Powered by ZigaForm version 3.9.7

Overshoot Day Italiano

Dal 24 maggio 2018 per l’Italia segna l’Overshoot Day:  è il giorno in cui abbiamo finito di consumare le risorse naturali rinnovabili del nostro territorio, calcolato sulla base di un modello di calcolo statistico molto complesso, ma da molti condiviso.

L’Overshoot Day rappresenta la data simbolica nell’anno in cui la domanda di risorse dell’umanità oltrepassa, in quantità, quelle che la Terra può spontaneamente rigenerare. L’iniziativa è stata lanciata nel 2006 dal Global Footprint Network, un’organizzazione internazionale di ricerca ambientale.

COME SI DETERMINA. La data, che da molto tempo cade ogni anno qualche giorno prima, è ottenuta calcolando il numero di giorni dell’anno in cui la biocapacità (cioè la capacità di rigenerare le risorse naturali) del Pianeta è sufficiente a sostenere la nostra impronta ecologica, ossia la domanda di quelle stesse risorse.

Il giorno del sovrasfruttamento della Terra per l’Italia, in particolare, è stato calcolato attribuendo l’impronta ecologica di un italiano medio a tutta la popolazione mondiale, e confrontando poi quel dato con la biocapacità globale. In altre parole, se sulla Terra tutti vivessero come gli italiani, dal 24 maggio in poi si consumerebbe irreversibilmente il pianeta distruggendo risorse non più rimpiazzabili: in meno di cinque mesi, tra deforestazione, uso del suolo, attività agricole e minerarie, estrazione di combustibili, inquinamento atmosferico e altre attività umane abbiamo esaurito le risorse che la Terra mette a budget per un anno.

Se l’intera umanità vivesse come noi avremmo bisogno di 2,6 Terre per sostentarci!